venerdì 19 dicembre 2014

"Sdebitiamoci" un progetto regionale dedicato a chi ha problemi di sovraindebitamento

Da gennaio 2015 sarà attivo a Milano il progetto "Sdebitiamoci" uno sportello dedicato a tutti i cittadini lombardi che hanno problemi di sovraindebitamento 

Con il progetto “Sdebitiamoci” Movimento Difesa del Cittadino vuole fornire il proprio contributo alla promozione dell’inclusione e alla prevenzione del fenomeno dell’esclusione sociale.
Il percorso progettuale nasce, infatti, con la finalità di assistere i cittadini lombardi sovra indebitati sui principali strumenti normativi di esdebitazione, con particolare attenzione alla così detta legge del “consumatore meritevole”. Benché poco conosciuta e scarsamente applicata la normativa si caratterizza per grande innovatività introducendo lo strumento dell’accordo con i creditori (su proposta del debitore), sulla base di un piano di ristrutturazione dei debiti che assicuri il regolare pagamento dei creditori e, l’eventuale moratoria dei pagamenti (con esclusione dei crediti impignorabili).
Obiettivo generale dell’intervento è anche quello di promuovere la conoscenza degli strumenti di sostegno economico (e la loro accessibilità) che le Istituzioni e le diverse realtà della società civile hanno approntato. Il confronto con i diversi stakeholder (cittadini, referenti istituzionali,referenti della P.A., rappresentanti del mondo associativo e delle Fondazioni) sviluppato in corso di definizione del progetto ha, infatti, evidenziato una diffusa asimmetria informativa che interessa sia i fruitori dei servizi che gli erogatori che porta a situazioni di sotto utilizzazione delle risorse disponibili.
Infine, come già evidenziato, sono molte le criticità che ostacolano l’affermarsi di un welfare in grado di arginare il processo di impoverimento sociale e tali criticità rendono necessario un approccio sistematico al problema come pure una condivisione di strumenti e competenze tra le realtà sociali che si fanno carico di queste tematiche. Con il progetto “Sdebitiamoci” si intende promuovere lo sviluppo di una rete tra le diverse realtà che si occupano dei cittadini a rischio di esclusione.
Sintesi dei macro obiettivi
 Attivare azioni di sostegno a favore di cittadini lombardi a rischio di esclusione sociale
 Promuovere la conoscenza dei principali strumenti di contrasto all’esclusione sociale
 Promuovere un approccio sistemico al problema del sovra indebitamento tra le diverse realtà che si occupano dei cittadini a rischio di esclusione.


Descrizione delle finalità che si intendono raggiungere
La finalità degli interventi proposti è quella di offrire ai cittadini a rischio di esclusione una nuova dimensione della socialità promuovendo la consapevolezza di come sia possibile un “fresh start” (nuovo inizio) e la riacquisizione del proprio ruolo attivo nella società. Si intende, inoltre, favorire la diffusione della conoscenza degli strumenti di sostegno economico, promuovendo la partecipazione attiva dei cittadini (in particolare di coloro che hanno usufruito dei servizi offerti) nella divulgazione delle attività progettuali, evidenziando come la condivisione e l’inclusione rappresentino un importante valore aggiunto.
Infine, la promozione di una rete tra le diverse realtà che si occupano dei cittadini a rischio di esclusione, si pone la finalità di creare nuove sinergie tra le forze sociali impegnate su questo fronte .

Attività programmate:
Attivazione di uno sportello dedicato ad attività di consulenza ai cittadini sovra indebitati (con particolare riferimento alla legge 3- 2012). Lo sportello in fase di start-up avrà un’operatività quindicinale ma - al bisogno – si potrà implementare la frequenza. Lo sportello sarà gestito da consulenti legali formati.
Ricognizione delle realtà che si occupano di cittadini a rischio di esclusione; presentare loro la propria attività associativa e le attività previste dal progetto in un ottica di sussidiarietà e condivisione delle competenze (anche coinvolgendo nella formazione gli operatori di sportello delle realtà interessate alla costituzione di una rete) e di promozione di un approccio sistematico al tema del sovraindebitamento.
Mappatura e raccolta degli strumenti a disposizione dei cittadini a rischio di esclusione.
Realizzazione di un vademecum informativo sugli strumenti e le realtà non profit a disposizione dei cittadini a rischio di esclusione (cartaceo e on line);
Realizzare incontri di formazione su quanto previsto dalla legge 3/12 - aperti a tutti i cittadini e alle realtà associative che si occupano di sovra indebitamento.

Nessun commento:

Posta un commento